caldaia a condensazione, caldaie caldaie murali Roma

Assistenza caldaie Beretta Roma servizio di pronto intervento: numero verde gratuito 800188993 Mg impianti

Manutenzione caldaia: a cosa serve: La manutenzione della caldaia garantisce la sicurezza dell’impianto e per questo la legge ne prescrive l’obbligatorietà. Obiettivo è migliorare l’efficienza energetica e minimizzare gli incidenti dovuti all’invecchiamento dell’impianto di riscaldamento.
La normativa di riferimento è contenuta nel DPR 74/2013, entrato in vigore dal 12 luglio 2013 che recepisce una direttiva europea e rinnova la disciplina concernente i controlli di “efficienza energetica” degli impianti di climatizzazione invernale, comunemente noti come caldaie, ed estiva, anche noti come climatizzatori.

La manutenzione sulla caldaia non deve essere eseguita ogni anno ma alle scadenze previste sul libretto. Dal 2014 chi ha in casa un impianto di climatizzazione invernale e/o estiva deve avere il libretto di impianto, un documento obbligatorio che accompagna l’impianto di climatizzazione e sul quale vanno registrati tutti gli interventi effettuati: prima accensione, manutenzione ordinaria, interventi straordinari.
Il libretto viene compilato la prima volta dall’installatore all’atto della messa in funzione in caso di nuovo generatore. Poi ai controlli e revisioni successivi viene di volta in volta compilato dal tecnico che indicherà anche quando dovrà essere eseguita la prossima manutenzione. Il libretto della caldaia dovrà essere compilato obbligatoriamente in caso di nuova installazione di un impianto. Nel caso in cui si trattasse di un impianto già esistente, il libretto dovrà essere redatto in occasione del primo intervento di manutenzione. Durante la regolare operazione di controllo e manutenzione che necessita la caldaia, il tecnico può compilare e rilasciare il libretto. Inoltre anche in caso di modifica o sostituzione sarà obbligatorio compilare nuovamente il libretto. La conservazione del libretto spetta al responsabile dell’impianto, ossia il proprietario dell’immobile o l’amministratore del condominio.

Mancato controllo della caldaia a condensazione, o caldaie murali

Se non effettui il controllo e la manutenzione della caldaia, vai incontro a questi rischi:
Multa da 500 a 3.000 euro (art. 15 D.L. n. 192 del 2005); la multa è a carico del responsabile dell’impianto, quindi in caso di affitto è a carico dell’inquilino;
Multa da 500 a 600 euro in caso di mancanza del libretto della caldaia;
Costo del controllo per regolare la posizione, che va dai 50 ai 100 euro, a cui si aggiungono le eventuali spese di riparazione.
Al costo della multa si aggiungono altri rischi:
Se hai un’assicurazione sulla casa, la polizza potrebbe non coprire i danni derivanti da una caldaia non regolare;
Incidenti e scarichi pericolosi per la salute di chi abita la casa.

 

Bollino blu caldaia e caldaie murali su Roma e provincia esempi dei nostri controlli effettuati dai nostri tecnici specializzati.

Bollino: il nostro bollino blu comprende: analisi di combustione della caldaia con il rilascio di allegato di efficienza, compilazione del libretto della stessa, revisione ordinaria diagnosi completa funzionamento parti idraulici ed elettrici della caldaia, metti a norma il tuo impianto la legge prevede il bollino blu ogni 2 anni per il rispetto di noi stessi e della natura, una caldaia che non esegue i test periodici di manutenzione ordinaria potrebbe nel tempo cominciare ad emanare fumi tossici ad esempio mono ossido di carbonio, presenza di CO superiore alla media, inalazione di sostanze dannose alla nostra salute e a quella delle persone vicine, inoltre avrai un consumo eccessivo di gas e spese in più in bolletta a fine mese quindi per questo motivo il bollino alla caldaia bisogna farlo regolarmente, e deve essere fatto da persone abilitate con requisiti tecnici non bisogna affidarsi nelle mani del primo improvvisato contatta i migliori garantiamo massima serietà, professionalità e competenza operai specializzati educati e tempestivi operiamo su tutto il territorio di Roma e provincia interventi rapidi entro 4 ore dalla chiamata prezzi onesti e ricambi originali del marchio beretta. Per info: assistenzamgimpianti25@gmail.com- oppure visita il nostro sito generale dove troverai altri centri assistenza abilitati per marchio e zone per saperne di più clicca sul link: http://www.assistenzacaldaieromamg.it

 

Vendite di caldaia a condensazione e caldaie Murali su Roma e Provincia

 

La nostra ditta istallatrice Mg impianti si occupa della vendita diretta di caldaie beretta prezzi imbattibili garanzia 2 anni, fornitura di ricambi originali della tua caldaia beretta

Caldaia a condensazione cosa bisogna sapere prima di istallare

PRIMA COSA: APPURARE BENE QUALE SIA LA SITUAZIONE ATTUALE

Quando ci troviamo di fronte alla necessità di sostituire la nostra vecchia caldaia a gas, dobbiamo anzitutto sapere che dal Settembre 2015, qualora la caldaia scarichi i fumi della combustione in un camino singolo, è obbligatorio installare un nuovo apparecchio a tiraggio forzato (“turbo”) e che da quella data i costruttori di caldaie possono fabbricare solo apparecchi a condensazione.
Pertanto, prima di procedere con la sostituzione, dobbiamo chiedere ad un installatore qualificato di appurare di che tipologia è il nostro attuale apparecchio e dove sta scaricando i prodotti della combustione: in un camino singolo, in un condotto dedicato oppure in una canna collettiva?
In base all’esito della verifica sapremo anzitutto se è possibile utilizzare un apparecchio a condensazione ed eventualmente quali accorgimenti andranno adottati.

COME FUNZIONA LA CONDENSAZIONE

La caldaia a condensazione è caratterizzata dalla capacità di raffreddare i fumi di scarico, molto più della vecchia caldaia tradizionale. Il raffreddamento è tale che una parte considerevole del vapore acqueo contenuto nei fumi di scarico, ricco di calore, è costretto a diventare acqua liquida e a rilasciare così l’energia termica in esso contenuto. Questo calore viene trasferito all’impianto di riscaldamento, permettendo così di risparmiare sulla bolletta del gas ed emettere meno anidride carbonica in ambiente.

UN’INSTALLAZIONE A REGOLA D’ARTE
Fin qui tutto bene, ma ora abbiamo dei fumi di scarico particolarmente freddi e dell’acqua che deve essere scaricata continuamente mentre la caldaia è in funzione.
Ecco allora i due punti principali da affrontare, insieme ad un installatore qualificato, per avere un’installazione “da manuale” della nuova caldaia a condensazione:
come scaricare i prodotti della combustione?
dove scaricare l’acqua di condensa?
Come detto, i fumi sono decisamente freddi rispetto al normale, pertanto devono essere espulsi utilizzando il ventilatore della caldaia e si deve considerare che continueranno a condensare anche lungo il tragitto di scarico, prima della loro espulsione sul tetto.
L’acqua di condensa, essendo poi derivata dalla combustione del metano, è meno acida ad esempio dell’aceto di vino, ma comunque è acida.
Espulsione forzata e formazione di condensa implicano che il condotto di scarico debba avere una geometria idonea, tipicamente circolare con diametro di 60 o 80 millimetri e che sia di un materiale resistente all’acidità, normalmente plastico come il Polipropilene. Dunque non possono più essere utilizzate le vecchie tubazioni della caldaia tradizionale, né tantomeno è possibile scaricare i fumi freddi all’interno del camino in muratura, pena l’insorgenza di fenomeni di corrosione e deterioramento dello stesso.
Per la normativa tecnica (vige la norma UNI 7129), parlando di caldaie domestiche, la nuova tubazione di scarico viene considerata come parte integrante della caldaia, pertanto l’installatore dovrà utilizzare accessori forniti dal costruttore della caldaia stessa.
In merito allo scarico dell’acqua di condensa, parlando sempre di apparecchi domestici, a dettare le regole per una corretta installazione è ancora la normativa tecnica UNI 7129, la quale richiede di utilizzare condotti di materiale idoneo, tipo plastico, e di curarsi del fatto che l’acqua di condensa, leggermente acida, debba tornare ad essere come fosse acqua piovana, prima che venga dispersa in ambiente. Per questo sarà allora necessario installare una tubazione dedicata che raggiunga ad esempio il sifone posto sotto uno dei lavelli di casa. Lo scopo è quello di miscelare l’acqua di condensa con i cosiddetti reflui domestici che, contenendo sapone e detersivi, hanno la capacità di annullare l’acidità.
Qualche numero per capire quanto è efficace questa miscelazione: una caldaia a metano a condensazione da 24 chilowatt di potenza termica, funzionando per 8 ore in continuo, produrrebbe in condizioni ideali 30 litri di acqua di condensa, da compararsi con una produzione media giornaliera di refluo domestico di circa 180 litri al giorno pro capite!
A volte, per via del punto di installazione della caldaia (cucina, balcone), non è così semplice stendere questa tubazione, che comunque ha un diametro ridotto di circa 15 millimetri, pertanto è necessario utilizzare delle piccole pompe di rilancio che spingono la condensa fino al punto di scarico individuato. Queste pompe, dovendo stare in ambienti domestici, sono appositamente studiate per avere un ingombro ridotto e una bassa rumorosità quando entrano in funzione.

 Ti serve un Tecnico di  caldaie Beretta Roma contattaci  800188993 Mg impianti

 

Assistenza beretta Roma

Tecnico caldaie beretta Roma

 

 

Ai bisogno di un tecnico di caldaie beretta a Roma sei sul posto giusto la nostra ditta si occupa di istallazione, riparazione, manutenzione di caldaie, scaldabagni a gas e bruciatori beretta, ricambi originali , staff abilitato alla legge 37/08 azienda certificata F-gas il nostro punto di forza e la nostra esperienza e conoscenza sul campo del riscaldamento in generale garantiamo professionalità e competenza, forniamo e istalliamo impianti a pompa di calore, solare termico, termodinamico, impianti tecnologici, I nostri tecnici sono in continuo aggiornamento su tutti i vecchi e nuovi sistemi beretta grazie ai corsi che ci fanno effettuare  dei nostri fornitori diretti con un obbiettivo ben preciso di dare alla clientela un prodotto di alata qualità sia sul prodotto che sul lavoro svolto dai tecnici, Curiamo ogni minimo aspetto per garantire la massima efficienza e solo conoscendo bene il funzionamento di ogni tipo di impianto o prodotto beretta, a volte non vuol dire che un marchio qualunque sia meglio dell’altro bisogna considerare da chi viene svolto il lavoro da persone competenti, improvvisati, gente che magari non conosce il funzionamento dell’impianto, del prodotto stesso ed evidentemente far si che oltre a fare un lavoro errato, non conoscendo le problematiche e soluzioni dello stesso accade che si   danneggia il prodotto con il rischio di danni accidentali a persone e a cose, non affidarti al primo che capiti chiamaci ti manderemo un tecnico di fiducia dove ti illustrerà la migliore soluzione del tuo impianto o caldaia beretta siamo presenti su tutto il territorio di Roma e provincia abbiamo più di 500 contratti di manutenzione con enti pubblici e privati

MG impianti di Marino Gaetano con sede in Roma, via Robert Mallet n 2 CAP 00132 ditta abilitata per la manutenzione di caldaia a condensazione, e caldaie murali inferiori ai 35KW e caldaia superiore ai 35KW ditta specializzata su sistemi Beretta. Vendita e istallazione di caldaie a condensazione, caldaia a camera aperta, scaldabagni a gas La nostra ditta effettua contratti di manutenzione programmata per enti privati r pubblici per info contattaci 800188993.